ARTICOLI

  /  articoli   /  #fibrolisi   /  Efficacia della fibrolisi diacutanea nel trattamento dell’epicondilalgia cronica laterale: uno studio clinico randomizzato

Efficacia della fibrolisi diacutanea nel trattamento dell’epicondilalgia cronica laterale: uno studio clinico randomizzato

fibrolisi diacutanea avambraccio

L’epicondilalgia laterale è stata a lungo considerata come una tendinite dei muscoli che si inseriscono a livello dell’epicondilo laterale, causata da un sovraccarico dei muscoli estensori dell’avambraccio. Ciononostante è stato recentemente dimostrato che la componente infiammatoria non è predominante in tale tipo di condizione. Si tratta di una patologia relativamente comune e per la quale sono state proposte diversi terapie.

La Fibrolisi Diacutanea è una tecnica di fisioterapia non invasiva che si basa sui principi del Massaggio Trasverso Profondo di Cyriax, ma che è realizzata applicando dei “ganci” (fibrolisori) con l’obiettivo di poter trattare i tessuti molli in maniera più profonda e precisa.

L’obiettivo degli autori di questo studio è stato quello di valutare l’efficacia della fibrolisi diacutanea in pazienti diagnosticati di epicondilalgia laterale cronica. Si è realizzato uno studio randomizzato a doppio cieco (paziente ed esaminatore) assegnando 54 soggetti tramite randomizzazione a 3 differenti gruppi di trattamento:
1) gruppo di controllo: trattato tramite ultrasuoni, elettroterapia antalgica e stretching applicati 5 volte a settimana durante 3 settimane
2) gruppo di intervento: trattato tramite 6 sessioni di fibrolisi diacutanea con frequenza bisettimanale in aggiunta al trattamento standard applicato al gruppo di controllo
3) gruppo placebo: : trattato tramite 6 sessioni di fibrolisi diacutanea sham con frequenza bisettimanale in aggiunta al trattamento standard applicato al gruppo di controllo

Nel gruppo di intervento sono stati trattati in profondità i setti intermuscolari tra i muscoli del braccio e dell’avambraccio e si è trattata la zona del tendine utilizzando una tecnica di frizione trasversale. Nel gruppo placebo sono stati trattati gli stessi muscoli ma utilizzando una tecnica superficiale.

L’intensità del dolore, la soglia di dolore alla pressione, la pain-free-grip-strenght e la funzione sono state valutate prima del trattamento, immediatamente dopo averlo applicato e nel follow-up a 3 mesi di distanza.

L’analisi delle differenze tra i vari gruppi di trattamento effettuata a tre mesi di distanza ha rilevato un miglioramento statisticamente significativo nel gruppo di intervento nella pain-free-grip-strenght rispetto al gruppo placebo e di controllo. E’ stato inoltre riscontrato un miglioramento statisticamente significativo a livello di funzionalità rispetto al gruppo di controllo e a livello di grado di miglioramento percepito del paziente rispetto ai gruppi placebo e di controllo.

Gli autori concludono che la fibrolisi diacutanea in aggiunta al trattamento standard permette di ottenere migliori risultati nel trattamento della epicondilalgia cronica laterale, con un grado di soddisfazione maggiore per i pazienti.

 

López-de-Celis, C., Barra-López, M. E., González-Rueda, V., Bueno-Gracia, E., Rodríguez-Rubio, P. R., & Tricás-Moreno, J. M. (2018). Effectiveness of diacutaneous fibrolysis for the treatment of chronic lateral epicondylalgia: a randomized clinical trial. Clinical rehabilitation, 32(5), 644-653.
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/29086586

Registrazione utente

Recupera password